Immagine corso FAD elettroniche - 600x450

Corso FAD

Dagli ausili elettronici per gli spostamenti alla domotica integrata: classificazioni, peculiarità, criteri di scelta e strumenti di valutazione

Tipologia di corso: Corso di formazione a distanza FAD
Crediti formativi ECM: 50
Relatori: Maria Lucia Campani, Marcello Fanti, Gianantonio Spagnolin, Devis Trioschi

155,00

INFORMAZIONI SUL CORSO

Corso a Distanza FAD: Videocorso online su apposite piattaforme di e-learning – learning management system (lms). Riprese in green screen
Disponibilità del corso: Disponibile dal 27 febbraio 2023 al 31 dicembre 2023
Autorizzazione ministeriale: ID 5279 – 374947
Crediti formativi: 50

icona-brochure-corso-100px Scarica la brochure del corso

RESPONSABILE SCIENTIFICO

Devis Trioschi

Devis Trioschi

Terapista occupazionale e Fisioterapista

CONTENUTI DEL CORSO

In che modo gli ausili elettronici per la mobilità possono incidere nella qualità di vita delle persone con disabilità?
Che conoscenze devono avere i professionisti che si occupano di valutazione ausili?
Quali sono le classificazioni e le caratteristiche principali degli ausili elettronici per la mobilità?
Quali sono le recenti innovazioni tecnologiche in questi ambiti? E quelle normative?
Quali sono le tappe fondamentali nel percorso di valutazione ausili?
E quali strumenti/test possono aiutarci in questo percorso?
Queste sono solo alcune delle domande a cui il corso si propone di dare risposta considerando che le proposte di ausili elettronici per la mobilità sono in continua espansione e trovare l’ausilio appropriato a ciascun utente, adattarglielo, addestrare al suo uso per far sì che svolga la sua funzione con efficacia e sicurezza, sono passi fondamentali nel processo di valutazione ausili, senza i quali l’ausilio non acquista il grande valore che potenzialmente ha per la partecipazione e la qualità di vita.  I primi passi per una scelta appropriata sono definire le esigenze dell’utente, che devono ritenersi strettamente individuali, e strutturare un percorso di valutazione che preveda prove degli ausili potenzialmente idonei. È prevista la presentazione delle diverse soluzioni e approfondimenti in merito alle unità di propulsione per carrozzine manuali e alle carrozzine elettroniche. Per le carrozzine elettroniche saranno svolte analisi delle caratteristiche e delle indicazioni funzionali più frequenti secondo il tipo di trazione. Si fornirà inoltre una panoramica delle possibilità offerte dalle moderne “elettroniche espandibili”, con approfondimenti sui comandi alternativi al joystick, sul controllo ambientale integrato nella carrozzina e sull’interazione con le tecnologie ICT (PC, smartphone, tablet), fino ad arrivare a trattare le principali soluzioni di domotica potenzialmente utili in caso di disabilità. Gli importanti obiettivi ottenibili con un ausilio elettronico per la mobilità ben scelto e personalizzato si possono conseguire appieno solo se l’utente la usa in modo appropriato: per questo, l’addestramento riveste un ruolo essenziale e saranno proposte scale di valutazione specifiche per valutare le abilità di guida, per strutturare un training personalizzato, per valutare la soddisfazione nell’utilizzo degli ausili e più in generale,  la misura dell’efficacia dell’intervento di valutazione degli ausili.  Infine, si esporranno gli accorgimenti di base per la manutenzione della carrozzina, compito solo apparentemente banale ma meritevole invece di opportuna attenzione.

FILO DIRETTO CON I RELATORI

Il valore didattico del corso non si limita alle ore di lezione registrate dai nostri relatori. Per tutti gli iscritti sarà infatti possibile restare in contatto con i professionisti che terranno questo corso FAD grazie al Gruppo Facebook Affidabile.it – www.facebook.com/ groups/ausilielettronici/, dove porre le proprie domande sui temi trattati direttamente ai relatori.

MODULI E LEZIONI

Modulo 1 | RUOLO E DIFFUSIONE DEGLI AUSILI ELETTRONICI PER LA MOBILITA’
Lezione A | Significato ed effetti degli ausili elettronici per la mobilità nella vita delle persone disabili | G. Spagnolin
Lezione B | Quando è opportuno proporre un ausilio elettronico per la mobilità? | G. Spagnolin
Lezione C | La carrozzina elettronica in età evolutiva | D. Trioschi
Lezione D | La prescrizione tra vecchio e nuovo nomenclatore: concetti generali | M. Fanti
Modulo 2 | CARROZZINE ELETTRONICHE: LE TRAZIONI  
Lezione A | I componenti delle carrozzine elettroniche | M. Fanti
Lezione B | Le classificazioni delle carrozzine elettroniche | D. Trioschi
Lezione C | La trazione posteriore | D. Trioschi
Lezione D | La trazione anteriore | D. Trioschi
Lezione E | La trazione centrale | D. Trioschii
Lezione F | La trazione ibrida e la trazione integrale | D. Trioschi
Lezione G | Le carrozzine elettroniche pieghevoli | M. L. Campani
Lezione H | La regolazione delle misure e del centro di gravità delle carrozzine elettroniche | M. Fanti
Lezione I | Sistemi per migliorare il superamento di ostacoli | M. Fanti
Lezione L | Casi Studio| D. TrioschiM. L. Campani
Modulo 3 | CARROZZINE ELETTRONICHE: IL SISTEMA DI POSTURA CON AUTOMAZIONI E LA PREVENZIONE DELLE LDP
Lezione A | Il sistema di postura con automazioni e il concetto di “compensazione” | D. Trioschi
Lezione B | Lesioni da pressione: definizione, stadiazione ed effetti sulla salute e la partecipazione | D. Trioschi
Lezione C | Fattori di rischio: intrinseci ed estrinseci | D. Trioschi
Lezione D | La prevenzione delle LDP: approfondimenti sul ruolo delle carrozzine elettroniche | D. Trioschi
Lezione E | Carrozzine elettroniche verticalizzanti | D. Trioschi
Lezione F | Casi Studio | M. FantiM. L. Campani
Modulo 4 | CARROZZINE ELETTRONICHE: LE ELETTRONICHE ESPANDIBILI E I COMANDI DI GUIDA   
Lezione A | Significato di elettronica espandibile| D. Trioschi
Lezione B | I comandi: joystick e variabili interne/esterne | D. Trioschi
Lezione C | Casi studio | M. FantiM. L. Campani
Lezione D | I comandi alternativi al joystick proporzionali | D. Trioschi
Lezione E | Casi studio | M. FantiM. L. Campani
Lezione F | I comandi alternativi al joystick non proporzionali | D. Trioschi
Lezione G | Casi studio | M. FantiM. L. Campani
Lezione H | I moduli per la connessione dei comandi alternativi e i comandi alternativi a connessione diretta | D. Trioschi
Lezione I | I comandi per la guida da parte dell’assistente e i dispositivi di sicurezza, meccanici ed elettronici | D. Trioschi
Lezione L | Innovazioni tecnologiche e prospettive future | D. Trioschi
Lezione M | Casi Studio | M. FantiM. L. Campani
Modulo 5 | IL CONTROLLO AMBIENTALE INTEGRATO NELLA CARROZZINA ELETTRONICA
Lezione A | La connessione e il controllo delle tecnologie ICT (smartphone/tablet/PC) | D. Trioschi
Lezione B | Dal controllo ambientale semplice da CE all’Internet of Things: controllo ambientale diretto e indiretto | D. Trioschi
Lezione C | La domotica: concetti generali ed esperienze | D. TrioschiM. L. Campani
Lezione D | La programmazione delle carrozzine elettroniche | D. Trioschi
Lezione E | La scheda d’ordine della carrozzina elettronica | D. Trioschi
Lezione F | Casi studio | D. TrioschiM. L. Campani
Lezione G | La prescrizione e il nuovo nomenclatore| D. Trioschi
Modulo 6 | UNITÀ DI PROPULSIONE PER CARROZZINE MANUALI E SCOOTER ELETTRICI   
Lezione A | Unità di propulsione: vantaggi e svantaggi rispetto alle carrozzine elettroniche | D. Trioschi
Lezione B | Unità di propulsione a trazione anteriore | M. FantiM. L. Campani
Lezione C | Unità di propulsione a trazione posteriore | M. L. Campani
Lezione D | Unità di propulsione con joystick | M. L. Campani
Lezione E | Moltiplicatori di spinta | M. L. Campani
Lezione F | Unità di propulsione per la guida da parte dell’assistente | M. L. Campani
Lezione G | Scooter elettrici e affini | M. FantiM. L. Campani
Lezione H | Casi studio | M. FantiM. L. Campani
Lezione I | La prescrizione e il nuovo nomenclatore | M. L. Campani
Modulo 7 | CRITERI DI SCELTA E PASSI DELLA VALUTAZIONE  
Lezione A | I passi fondamentali nel percorso di valutazione ausili | D. Trioschi
Lezione B | I criteri di scelta | D. Trioschi
Lezione C | Principi dell’addestramento | D. Trioschi
Lezione D | Proposta di un modello e di un percorso di valutazione per gli ausili elettronici per la mobilità | D. Trioschi
Lezione E | Strumenti per misurare le abilità di guida e strutturare un training personalizzato | D. Trioschi
Lezione F | Strumenti per valutare la soddisfazione nell’utilizzo degli ausili e l’efficacia dell’intervento di valutazione | D. Trioschi
Modulo 8 | LA MANUTENZIONE
Lezione A | La Manutenzione dei propulsori elettronici| M. Fanti
Lezione B | La Manutenzione della carrozzina elettronica | D. Trioschi

DESTINATARI ECM

Medico chirurgo (Geriatria, Medicina dello sport, Medicina fisica e riabilitazione, Medicina generale (Medici di famiglia), Medicina interna, Neurologia, Neuropsichiatria infantile, Ortopedia e traumatologia, Reumatologia); Terapista occupazionale; Tecnico ortopedico; Fisioterapista; Infermiere; Educatore professionale; Tnpee

QUESTIONARIO DI APPRENDIMENTO

La prova di apprendimento potrà essere effettuata al termine del corso accedendo alla sezione questionari, dopo aver seguito le lezioni audio/video (e nella versione PDF).  La prova di apprendimento consisterà in un questionario, a doppia randomizzazione delle domande, a risposta multipla con 4 possibilità di risposta di cui una sola corretta. Sono previste 100 domande.  La soglia di superamento prevista è del 75%.
È possibile effettuare 5 tentativi. Ad ogni tentativo errato le domande subiranno una randomizzazione e vi sarà l’obbligo di revisionare almeno il 25% del corso.

GUIDA - REQUISITI TECNICI PER L'UTENTE

Il sistema non prevede alcun prerequisito tecnico.

Per accedere al servizio è consigliabile disporre di un browser di recente generazione.

Nel caso in cui il proprio browser non sia stato aggiornato è consigliabile aggiornarlo scaricando e installando dal sito degli sviluppatori l’ultima versione disponibile e compatibile con il proprio sistema operativo in modo da poter fruire appieno di tutte le funzionalità del sito.

Il sito richiede che il proprio browser supporti l’utilizzo dei cookie. I cookie sono frammenti di dati memorizzati sul suo device e utilizzati per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni si può consultare la pagina con la politica relativa ai cookie presente nel menu incluso in fondo alla pagina.

Il sito richiede che il browser supporti l’utilizzo di Javascript, un linguaggio di scripting lato client utilizzato per rendere interattive le pagine web. Nel caso in cui si riscontrino problemi nell’utilizzo è consigliabile verificare che Javascript sia supportato.